Achille Raymond

Il capitano d'industria

1914 - 1918

La prima guerra mondiale

I bottoni a pressione trovano un nuovo mercato presso le attrezzature militari. Achille Raymond si lancia nella produzione di inneschi per proiettili e piccole granate. Gli uomini, mobilitati, sono sostituiti dal personale femminile che riesce a far fronte. La fabbrica di Lörrach viene requisita dalle autorità tedesche. 

1919

La Sopravvivenza dell'azienda

Il mercato internazionale della guanteria esce dalla guerra molto provato. Achille Raymond diversifica la produzione con occhielli, rivetti, tornelli, ma anche con prodotti singolari come ferma-pipe, ferma-cravatte, ditali...

1925

Creazione della chiusura VITEX

La Manifattura A.Raymond ritorna al livello che aveva prima della guerra. Primi fissaggi in acciaio temprato e inizio della produzione della chiusura lampo VITEX che sarà prodotta per 40 anni.

1925

Marius Conil

Direttore della fabbrica tedesca dal 1925 al 1933, poi direttore commerciale dello stabilimento francese, negli anni '50 sarà uno degli artigiani della riconversione verso il mercato automobilistico.

1933

Jean Perrochat

Succede a Marius Conil a Lörrach e sarà un personaggio chiave della rinascita dell'azienda tedesca, nel 1946. Dirigerà lo stabilimento fino al 1975.

1935

Primo brevetto di una clip in acciaio temprato

Dedicato al fissaggio delle modanature nelle carrozzerie automobilistiche.

1939 - 1945

Seconda guerra mondiale

Nel 1939, la fabbrica di Lörrach passa alle autorità tedesche come "bene nemico". In Francia, Achille Raymond fa fronte alla mobilitazione. Suo figlio Albert-Victor, ufficiale di stanza presso un reggimento britannico, riesce ad evadere da un campo in cui è tenuto prigioniero. Achille Raymond muore nel 1941. Albert-Victor prende così la guida dell'azienda di Grenoble. 

1941

Albert-Victor Raymond

Il combattente
Uomo impegnato, guiderà l'azienda durante gli anni dell'occupazione senza rinunciare ai suoi ideali. La prosperità economica degli anni '50-'60 rendono la "Maison Raymond" un'azienda forte.