Alain Raymond

Il riformatore

1965

Alain Raymond è nominato co-gestore a fianco di suo padre Albert-Victor Raymond

1970

Nuovi brevetti

Nuovi prodotti iniettati in plastica per l'automobile e l'industria tessile. Arrivo di macchinari automatici per la posa di bottoni a pressione, asole, rivetti. Inizio della diversificazione con una gamma di fissaggi per edifici e cantieri navali.

1972

La dimensione internazionale

Lo sviluppo della società sul mercato automobilistico la porta ad internazionalizzarsi. Si installa in Spagna dove la RENAULT realizza un sito di assemblaggio, poi in Italia, nel 1980, per essere vicini alla FIAT.

1975

Jean-Charles Camenisch

Jean-Charles Camenisch succede e Jean Perrochat alla direzione di A.Raymond in Germania.

1979

Gabriel Geeraert, Alain Raymond e Jean-Charles Camenisch

1979, morte di Albert-Victor Raymond. Gabriel Geeraert è nominato co-manager. Nel 1980, la fabbrica tedesca diventa autonoma e prende il nome A.Raymond GmbH & Co. KG. Nel 1985, Jean-Charles Camenisch è nominato terzo manager del gruppo A.Raymond.

1985

A.Raymond SARL (Francia) accede alla grande distribuzione con la filiale RAYFIX

1986

Il bottone a pressione festeggia 100 anni

Il gruppo A.Raymond è divenuto leader europeo del fissaggio a clip innovandosi costantemente e adeguandosi alle evoluzioni dei mercati. I prodotti "classici" che hanno lanciato ARaymond™ rappresentano ancora il 10 % dell'attività globale.

1987

Antoine Raymond

Il figlio maggiore di Alain Raymond entra nell'azienda di famiglia: si colloca nella direzione commerciale in Germania e poi in quella del marketing in Francia.

1989

Nuova expertise: la connessione dei fluidi

Forte delle sue competenze nell'iniezione plastica, il gruppo A.Raymond lancia una prima generazione di raccordi per i circuiti dei carburanti delle automobili.

1990

Albert Raymond

Il secondo figlio di Alain Raymond, ingegnere, si unisce a sua volta all'impresa di famiglia; viene nominato Responsabile dell'Ufficio di Progettazione dei raccordi, incaricato della progettazione e industrializzazione dei raccordi a bassa e alta pressione.

1992

Pascal Destremau

Nominato co-manager a fianco di Alain Raymond e di Antoine Raymond, si occupa della parte finanziaria e industriale del gruppo. L'automobile rappresenta ora l'85 % dell'attività.

1995

Gli accessori di moda

L'attività storica deve far fronte alla globalizzazione, ma i grandi marchi francesi della moda si affidano ad ARaymond™.

1995

La passione per il fissaggio

Vengono sviluppate soluzioni innovative di assemblaggio e connessione per l'industria automobilistica: i fissaggi anti-rumore (AR-Bag®), le vaschette tergicristallo, i raccordi ad alta pressione…

1999

La fine di un'epoca

La globalizzazione e la delocalizzazione della produzione tessile segnano la fine del bottone a pressione e di un ciclo economico. La fine di questa attività storica è dolorosa per i dirigenti e i dipendenti, ma non provocherà licenziamenti: il personale sarà reindirizzato verso altri servizi dell'azienda. Il gruppo impiega 2.200 persone.

Pensionamento di Alain Raymond.

1999

Antoine Raymond

L'unificatore
Colloca l'uomo al centro dell'azienda. Antoine Raymond fa entrare la Rete ARaymond nell'era della collaborazione multiculturale e condivisione delle competenze. Sempre al servizio del cliente.